Beautiful Creatures - La sedicesima luna

La sedicesima luna  - Maria Cristina Leardini, Kami Garcia, Margaret Stohl

★ ★ ★ ★ 
4 stelle meritate! 
Il romanzo racconta di Ethan, un ragazzo sedicenne, alto 1.85 (è meglio precisare dopo aver visto l'altezza dell'attore che interpreta questo personaggio nel film) e che ha perso la madre l'anno precendente in un incidente stradale. Vive con il padre, uno scrittore che non esce quasi mai dal suo studio se non per fare colazione e la doccia, che dorme di giorno e lavora alla scrittura di un libro di notte, e con Amma, la governante e l'unica persona più vicina a una madre che a Ethan sia rimasta, nella cittadina di Gatlin nella Carolina del Nord. Da alcuni mesi, la notte Ethan ha sempre lo stesso strano sogno. Sente odore di limoni e rosmarino e vede una ragazza, di cui non si mostra mai il volto, che cerca di salvare scivolargli dalle mani. Un giorno si ha notizia nella scuola di Ethan che c'è una nuova ragazza, Lena Duchannes, e questa vive nella residenza dei Ravenwood e, anzi, è la nipote dello stesso misterioso proprietario Macon Ravenwood. Conoscendo Lena, Ethan viene alla scoperta di molti misteri e segreti che racchiudono Ravenwood e le persone che lui credeva di conoscere, come Amma o Marian, la migliore amica della sua defunta madre e direttrice della biblioteca cittadina.
Nei primi capitoli questo libro mi sembrava un pò troppo cupo, forse proprio per mostrare la tranquillità e la motonia della cittadina di Gatlin, nessuna novità tranne quei sogni. Poi arriva Lena e qui il romanzo ha cominciato ad incuriosirmi fino a capultarmi in quel mondo che neanche i stessi personaggi principali conoscono a pieno, infatti dovranno cercare di scoprire da soli molte cose, tra cui l'essere vittime di molti segreti. 
Ho apprezzato moltissimo il personaggio di Lena. Nella prima parte si mostra come una ragazza forte, indifferente ai giudizi degli altri e alla sua diversità, anzi sembra svoggiarla con orgoglio. Quando, invece, inizia a nascere l'amicizia con Ethan si può vedere la parte più fragile della ragazza. Tuttavia anche nelle sue debolezze mostra un coraggio invidiabile, soprattutto nel confronto con Sarafine o quando si ritrova nella stessa situazione della sua antenata Genevieve. 
Ethan si è dimostrato un personaggio principale molto diverso dai canoni comuni. E' un mortale e per quasi l'intero romanzo non influisce molto su quello che accade ma è fondamentale per Lena. A parte il loro amore e la loro relazione, è colui che la sostiene e la incoraggia e questa è una cosa decisamente a suo favore, in termini di giudizio. 
Macon Ravenwood è uno di quei personaggi fondamenti in questi romanzi, sia per il suo ruolo di "padre protettivo" sia per il suo atteggiamento che ne caratterizza il carattere rendolo ai miei occhi uno dei migliori, sarcasmo a parte. Mi è dispiaciuta molto la decisione dell'autrice di far capitolare questo personaggio in quel modo.
Amma. Personalmente non mi è mai piaciuto fin dall'inizio questo personaggio, però ne apprezzo e ammiro molto le qualità. E' quel genere di donna così forte, da far tremare solo sentendone il nome e il suo instinto materno verso Ethan le fa giustizia.
Marian è stato forse uno dei miei personaggi preferiti. Forse è di parte il suo ruolo di bibliotecaria e indiscutibile amante dei libri ma ho amato molto il suo carattere, il suo aiuto (perché, insomma, è una mortale con un ruolo fondamentale nel mondo dei Maghi) e, come non dimenticarle, le sue citazioni (ammiro chiunque riesca a ricordarsi anche una sola citazione, non memorizzandone nessuna io).
La signora Lincoln è, secondo me, uno dei personaggi fondamentali e migliori del romanzo. Io stessa durante la lettura ho avuto molte voglie di prenderla a schiaffi ma ammetto che è il perfetto antagonista nella storia.
Ridley...Ridley...Ridley...è un altro di quei personaggi che ti fa prudere le mani ma mi è piaciuta molto la sua presenza, la cugina passata alle tenebre. E' un tipo di personaggio che ho sempre sognato in molti romanzi o film e sono rimasta molto stupita e soddisfatta di averlo trovato qui. 
Mi sono piaciute molto anche Reece e Ryan, le altre cugine di Lena, anzi, a dire il vero le ho letteralmente adorate anche con la loro piccola presenza.
Link, il migliore amico di Ethan, è quel personaggio insignificante ma necessario per dare un pò di umorismo e non renderlo troppo drammatico e serioso. Mi è piaciuto ma, come ho detto, nulla di eclatante.
E poi c'è la madre di Ethan. E' stata molto bella la sua presenza anche se non fisica ed è stata fondamentale.
Non dilungandoci più di troppo, ho generalmente amato molto questo romanzo. Merita tanto e mi dispiace che il seguito non mi stia prendendo quanto questo. Per non parlare del film (non parlerò di certe delle infinite imprecazione da parte della sottoscritta durante tutta la durata del film).