faith

I run away from my life with books or simple fantasy. oh... and I'm a daydreamer.

 

 

“ I read because one life isn’t enough, and in the page of a book I can be anybody. ”

 

Shadowhunters. Le origini. Il principe - Cassandra Clare

The Coincidence of Callie & Kayden

Con te sarà diverso (eNewton Narrativa) - Jessica Sorensen

Potrei provare a commentare le emozioni che ti da questo libro e il modo delicato e appropriato con cui l'autrice descrive le esperienze negative dei due protagonisti ma l'unica cosa che mi viene in mente dopo aver finito questo libro è il finale. Il finale adatto per lasciarti con il cuore spezzato e tanta tanta impazienza per il sequel. 
Ho realmente imprecato per 5 minuti buoni dopo aver finito il libro e soprattutto dopo aver compreso la notizia che The Redemption of Callie & Kayden insieme a The Destiny of Violet & Luke verrà pubblicato in Italia in primavera 2014 inoltrata.

It had to be you

Il gioco della seduzione - Susan Elizabeth Phillips

Non è il solito banale romanzo rosa/erotico con una trama scadente in cui nei 3/4 è presente solo e soltanto lemon come potrebbe sembrare dal titolo dell'edizione italiana. (It had to be you è il titolo azzeccato, peccato che come sempre la traduzione italiana lascia a desiderare.) La storia mi è piaciuta molto. Se all'inizio si può essere tentati ad abbandonarla, verso la metà mostra tutti i lati positivi che ha da offrire...e non si riesce più a smettere di leggere! 
Ho adorato il personaggio di Phoebe, rappresenta perfettamente come le persone possano recitare dei ruoli nella vita reale che si allontanano completamente da noi stessi, e sono rimasta molto affascinata dal modo di descriverlo dell'autrice.
Sono molto soddisfatta della lettura e credo leggerò subito il secondo libro della serie.

Looking for Alaska

Cercando Alaska: Immaginare il futuro sa di rimpianto (Oltre) (Italian Edition) - John Green

Partendo dal fatto che ho letto la trama di questo libro due anni fa, ho cominciato a leggerlo senza sapere nulla se non la presenza di una certa Alaska.
La prima parte di questo libro non mi ha coinvolto molto come anche la maggior parte del "dopo". Sono rimasta abbastanza sconvolta del colpo di scena a metà libro proprio a causa di questo. Non immaginate gli insulti che ho lanciato a John Green (si, sei un bastardo, mio caro! 

[spoiler]

[Non puoi far affezionare il lettore ai personaggi e poi BUM!gli togli la vita! [/spoiler]

 √_√)
Però ho rivalutato molto il libro con il monologo/tesina di Miles/Ciccio, il quale a suo volta mi ha fatto capire scene della parte iniziale a cui non avevo fatto giustizia. 
Sono molto indecisa sul voto ma direi 3.5- 4 perché Alaska è una fottuta stronzetta che ho amato mano a mano sempre di più.

Beautiful Creatures - La sedicesima luna

La sedicesima luna  - Maria Cristina Leardini, Kami Garcia, Margaret Stohl

★ ★ ★ ★ 
4 stelle meritate! 
Il romanzo racconta di Ethan, un ragazzo sedicenne, alto 1.85 (è meglio precisare dopo aver visto l'altezza dell'attore che interpreta questo personaggio nel film) e che ha perso la madre l'anno precendente in un incidente stradale. Vive con il padre, uno scrittore che non esce quasi mai dal suo studio se non per fare colazione e la doccia, che dorme di giorno e lavora alla scrittura di un libro di notte, e con Amma, la governante e l'unica persona più vicina a una madre che a Ethan sia rimasta, nella cittadina di Gatlin nella Carolina del Nord. Da alcuni mesi, la notte Ethan ha sempre lo stesso strano sogno. Sente odore di limoni e rosmarino e vede una ragazza, di cui non si mostra mai il volto, che cerca di salvare scivolargli dalle mani. Un giorno si ha notizia nella scuola di Ethan che c'è una nuova ragazza, Lena Duchannes, e questa vive nella residenza dei Ravenwood e, anzi, è la nipote dello stesso misterioso proprietario Macon Ravenwood. Conoscendo Lena, Ethan viene alla scoperta di molti misteri e segreti che racchiudono Ravenwood e le persone che lui credeva di conoscere, come Amma o Marian, la migliore amica della sua defunta madre e direttrice della biblioteca cittadina.
Nei primi capitoli questo libro mi sembrava un pò troppo cupo, forse proprio per mostrare la tranquillità e la motonia della cittadina di Gatlin, nessuna novità tranne quei sogni. Poi arriva Lena e qui il romanzo ha cominciato ad incuriosirmi fino a capultarmi in quel mondo che neanche i stessi personaggi principali conoscono a pieno, infatti dovranno cercare di scoprire da soli molte cose, tra cui l'essere vittime di molti segreti. 
Ho apprezzato moltissimo il personaggio di Lena. Nella prima parte si mostra come una ragazza forte, indifferente ai giudizi degli altri e alla sua diversità, anzi sembra svoggiarla con orgoglio. Quando, invece, inizia a nascere l'amicizia con Ethan si può vedere la parte più fragile della ragazza. Tuttavia anche nelle sue debolezze mostra un coraggio invidiabile, soprattutto nel confronto con Sarafine o quando si ritrova nella stessa situazione della sua antenata Genevieve. 
Ethan si è dimostrato un personaggio principale molto diverso dai canoni comuni. E' un mortale e per quasi l'intero romanzo non influisce molto su quello che accade ma è fondamentale per Lena. A parte il loro amore e la loro relazione, è colui che la sostiene e la incoraggia e questa è una cosa decisamente a suo favore, in termini di giudizio. 
Macon Ravenwood è uno di quei personaggi fondamenti in questi romanzi, sia per il suo ruolo di "padre protettivo" sia per il suo atteggiamento che ne caratterizza il carattere rendolo ai miei occhi uno dei migliori, sarcasmo a parte. Mi è dispiaciuta molto la decisione dell'autrice di far capitolare questo personaggio in quel modo.
Amma. Personalmente non mi è mai piaciuto fin dall'inizio questo personaggio, però ne apprezzo e ammiro molto le qualità. E' quel genere di donna così forte, da far tremare solo sentendone il nome e il suo instinto materno verso Ethan le fa giustizia.
Marian è stato forse uno dei miei personaggi preferiti. Forse è di parte il suo ruolo di bibliotecaria e indiscutibile amante dei libri ma ho amato molto il suo carattere, il suo aiuto (perché, insomma, è una mortale con un ruolo fondamentale nel mondo dei Maghi) e, come non dimenticarle, le sue citazioni (ammiro chiunque riesca a ricordarsi anche una sola citazione, non memorizzandone nessuna io).
La signora Lincoln è, secondo me, uno dei personaggi fondamentali e migliori del romanzo. Io stessa durante la lettura ho avuto molte voglie di prenderla a schiaffi ma ammetto che è il perfetto antagonista nella storia.
Ridley...Ridley...Ridley...è un altro di quei personaggi che ti fa prudere le mani ma mi è piaciuta molto la sua presenza, la cugina passata alle tenebre. E' un tipo di personaggio che ho sempre sognato in molti romanzi o film e sono rimasta molto stupita e soddisfatta di averlo trovato qui. 
Mi sono piaciute molto anche Reece e Ryan, le altre cugine di Lena, anzi, a dire il vero le ho letteralmente adorate anche con la loro piccola presenza.
Link, il migliore amico di Ethan, è quel personaggio insignificante ma necessario per dare un pò di umorismo e non renderlo troppo drammatico e serioso. Mi è piaciuto ma, come ho detto, nulla di eclatante.
E poi c'è la madre di Ethan. E' stata molto bella la sua presenza anche se non fisica ed è stata fondamentale.
Non dilungandoci più di troppo, ho generalmente amato molto questo romanzo. Merita tanto e mi dispiace che il seguito non mi stia prendendo quanto questo. Per non parlare del film (non parlerò di certe delle infinite imprecazione da parte della sottoscritta durante tutta la durata del film).

Un disastro è per sempre

Un disastro è per sempre (Beautiful, #2.5) - Jamie McGuire

Chi non volesse splenderci soldi lo trova qui:
http://www.wattpad.com/story/10587777...

Ogni tanto wattpad si rivela utile...



Sono molto indecisa sulle stelle da dare a questo libro. Due o due e mezza?! Alla fine sono stata troppo clemente. Eppure leggendo questo libro non facevo altro che trovare qualche difetto. Travis che pensa come una ragazza, tutti quei messaggi che si potevano benissimo evitare e di nuovo Abby che vuole decidere anche per Travis con questo matrimonio. Poi all'improvviso capisce che lo ama e lo sta sposando per questo. Davvero? Non ti è veramente venuto in mente prima? E poi chissà com'è i momenti degni delle stelle che do a questa serie sono i momenti in cui c'è tutto il clan dei Maddox. 
Insomma l'autrice poteva aggiungerci qualcosa di più sostanzioso, la parte concreta è solo quella del rinnovo delle promesse, ovvero gli ultimi tre capitoli, secondo la mia opinione.
Nonostante questo sono più fiduciosa nel prossimo romanzo su Trenton, anzi se devo far uscire il mio lato da fangirl...non vedo l'ora!

description
description

Il linguaggio segreto dei fiori

Il linguaggio segreto dei fiori - Vanessa Diffenbaugh, Alba Mantovani

In realtà sarebbero ★ ★ ★ stelle e ½ ma se vogliamo arrotondare per alcuni dettagli ★ ★ ★ ★.

«Victoria ha paura del contatto fisico. Ha paura delle parole, le sue e quelle degli altri. Soprattutto, ha paura di amare e lasciarsi amare.» 

Potrei dire che questo è il motivo per cui ho comprato e deciso di leggere questo libro. Ho letto questa frase e ho pensato che non ci fosse descrizione più simile a la persona che sono io, perciò mi sono detta che sarebbe stato bello leggere qualcosa in cui immedesimarsi. Ero in una fase nella quale mi convincevo di aver trovato il libro che mi rappresentasse. 
Non è stato assolutamente così. All'inizio pensavo fosse a causa della differenza che Victoria è un'orfana e ha dovuto vivere cambiando spesso famiglie che non la trattavano nemmeno nel migliore dei modi. Poi la lettura è proseguita e io continuavo ad imprecare contro questa ragazza e le sue stupide, maledette scelte (sono ancora molto vicina alla fase post-lettura-perché-diavolo-è-già-finito). Poi ho capito che non avrei mai potuto apprezzare un personaggio che mi accomuna nei miei difetti. Insomma non apprezzando io i miei, come avrei potuto capire e essere fiduciosa nel personaggio di Victoria?
Credo di aver alimentato troppo le mie speranze. Mettiamo sia stato questo aspetto, aggiungiamoci le recensione super positive che ho letto qui o su altri siti, mi aspettavo di provare qualcosa di più leggendo questo libro. 
A parte questo il libro mi è piaciuto molto e gli stessi personaggi secondari. Credo che i miei preferiti siano stati Elizabeth e Renata, la prima soprattutto. Per quanto riguarda Grant...ho qualche dubbio ma in generale ho apprezzato molto la sua pazienta e la sua tenacia. Ed il suo amore devoto decisamente.
Il fatto che tutto girasse intorno ai fiori e il loro linguaggio è una delle cose che ho amato di più e personalmente mi ha fatto riscoprire valori dei fiori che sopravvalutavo (non sono stata mai un'amante di questi, c'è stato un periodo in cui non ne sopportavo l'odore).
Non posso commentare su come è stato affrontato l'argomento degli affidamenti temporanei e non, non sapendo quasi nulla di specifico al riguardo ma proprio per questo in alcuni punti l'ho trovato un pò troppo drammatico, come se tutto capitasse a questa ragazzina. Molto probabilmente mi sto sbagliando e questa è la realtà ma io ho l'ho vista così leggendo questo romanzo.
Non dimentichiamoci la piccola Hazel. Adoro i bambini nelle storie, rendono tutto più dolce.

Libro consigliato.



Non sono molto oggettiva nei miei tentativi di recensione ma quando racconto di un libro o lo consiglio, sento il bisogno di parlare per quello che io ho provato leggendolo.

Non cercarmi mai più

Non cercarmi mai più (eNewton Narrativa) - Emma Chase

Mi è piaciuto molto il racconto dal punto di vista di un uomo, ha reso la lettura decisamente più piacevole, leggera e divertente ma valutando la storia in sé mi aspettavo di più a quanto mi era stato detto. Non mi aspettavo chissà quale capolavoro della letteratura, assolutamente, ma ho letto libri di questo genere che mi hanno entusiasmato molto di più.
Tuttavia sto impazzendo da ore per trovare il pdf di Dimmi di si perché dopo tutto mi è piaciuta la storia, Mackenzie( forse ho proprio adorato questo personaggio), La Stronza, Dee-Dee(prima che uscirà il romanzo su lei e Matthew sarò già morta)...insomma, è una lettura consigliata!
Ho letto e sentito di persone che l'hanno apprezzato molto di più perciò forse sarò io a non essere totalmente convinta.
Avvertimento: tanto ma tanto tanto lemon!

Finché amoreodio non ci separi (eNewton Narrativa) - Anna Premoli

3 stelle e ½.

Una delle cose che preferisco dei romanzi di Anna Premoli sono i personaggi femminili. Insomma sono delle vere donne con le palle.





Amelia Berger è un affermato avvocato newyorkese che non si fa mettere i piedi in testa da nessuno ma il suo equilibrio viene distrutto dall'incontro con un suo vecchio compagno di università, Ryan, nuovo vice procuratore, ritornato a New York dopo anni di lavoro a Chicago.
E ovviamente qui già si sa come andrà a finire. Si innamorano, piccoli incidenti di percorso, dimostrazione da diabete e ed epilogo tutti felici e contenti. 

[spoiler]

[Io in verità mi aspettavo che il comportamento un pò sostenuto e codardo (forse?) fosse attribuito ad Amelia. Di solito in una storia con protagonista una donna dai pieni connotati ci si aspetta uno scambio dei ruoli (come in Ti prego lasciati odiare). 

Invece qui si ritorna alla realtà. E' l'uomo il fifone della situazione e la donna deve pur fare qualcosa oltre i suoi limiti per dimostrargli a pieno i suo sentimenti.
Censurare le scene lemon credo sia stata un idea fantastica. Oramai dove quello che cinquant'anni fa sarebbe stato scandaloso ora è ovunque. Concentra l'attenzione del lettore sugli atteggiamenti dei personaggi.
Mi è piaciuto molto anche se mi ha lasciato un pò incompleta l'epilogo, ma di cui trovo fantastica la scena con la nonna e tutte le compari di gioco. Così è iniziata la storia e così è finita.][/spoiler]

Finché amore non ci separi

Finché amoreodio non ci separi (eNewton Narrativa) - Anna Premoli

3 stelle e ½.

Una delle cose che preferisco dei romanzi di Anna Premoli sono i personaggi femminili. Insomma sono delle vere donne con le palle.





Amelia Berger è un affermato avvocato newyorkese che non si fa mettere i piedi in testa da nessuno ma il suo equilibrio viene distrutto dall'incontro con un suo vecchio compagno di università, Ryan, nuovo vice procuratore, ritornato a New York dopo anni di lavoro a Chicago.
E ovviamente qui già si sa come andrà a finire. Si innamorano, piccoli incidenti di percorso, dimostrazione da diabete e ed epilogo tutti felici e contenti. 

[spoiler]

[Io in verità mi aspettavo che il comportamento un pò sostenuto e codardo (forse?) fosse attribuito ad Amelia. Di solito in una storia con protagonista una donna dai pieni connotati ci si aspetta uno scambio dei ruoli (come in Ti prego lasciati odiare). 

Invece qui si ritorna alla realtà. E' l'uomo il fifone della situazione e la donna deve pur fare qualcosa oltre i suoi limiti per dimostrargli a pieno i suo sentimenti.
Censurare le scene lemon credo sia stata un idea fantastica. Oramai dove quello che cinquant'anni fa sarebbe stato scandaloso ora è ovunque. Concentra l'attenzione del lettore sugli atteggiamenti dei personaggi.
Mi è piaciuto molto anche se mi ha lasciato un pò incompleta l'epilogo, ma di cui trovo fantastica la scena con la nonna e tutte le compari di gioco. Così è iniziata la storia e così è finita.][/spoiler]

Allegiant

Allegiant  - Veronica Roth

Io non so davvero come cominciare ma dico soltanto che è il primo libro per cui sono letteralmente scoppiata a piangere. Forse sarò solo io ad essermi legata cosi tanto a Tris. 
È stato differente dalla saga di Hunger Games. Innanzi tutto questa l'ho preferita, e poi il finale di HG ti lascia l'amaro in bocca, il contentino dei due che rimangono insieme. Allegiant, si ti spacca il cuore (perche la cara Veronica deve far morire chiunque io adori?) ma ti lascia il messaggio che ci si può migliore, che possiamo aiutarci a vicenda e bisogna trovare il coraggio per affrontare anche le parti più dolorose della vita. 
Si, credo che ogni qual volta io ripensi a Tris e Tobias, o anche ad Uriah potrei scoppiare a piangere come una bambina. Mi sono cosi tanto affezionata a tutti questi personaggi che mi hanno fatto sorridere, emozionare, gioire che mi rifiuto quasi di dire tutti loro addio.

Currently reading

Mystic City by Theo Lawrence
Printemps Et Autres Saisons by J.M.G. Le Clézio